Io, Es, SuperIo

"- Se tu adesso hai bisogno di me, che male c’è ad appoggiarti a me? Perchè vedi le cose in modo così rigido? Prova a lasciarti andare. E’ perchè sei tutta così tesa che vedi le cose in questo modo. Se ti rilassi un po’, tutto ti sembrerà più leggero.

– Perchè dici questo? – chiese Naoko, e la sua voce suonò terribilmente arida.

– Perchè? – ripetè Naoko guardando fisso la terra ai suoi piedi.

– A capire che se uno si rilassa si sente più leggero ci arrivo anch’io. Ma non capisci quanto è assurdo dirmi una cosa del genere? E sai perchè? Se io provassi a rilassarmi, andrei in pezzi. Ho sempre vissuto così, da tanto tanto tanto tempo, e anche adesso è l’unico modo in cui posso vivere. Se una sola volta mi lasciassi andare, non potrei più tornare indietro. E se andassi in pezzi, il vento mi spazzerebbe via .

Perchè non lo capisci? Come pensi di potermi aiutare se non riesci a capire questo?

Rimasi in silenzio.

– C’è in me una confusione molto più grave di quanto tu credi. Buio, freddo e confusione…"

(Haruki Murakami-Norwegian Wood; cap. I pag. 10)

Ci sono persone che pur essendone consapevoli decidono comunque di scegliere sempre il vento sperando che sia la volta buona.  

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in da dove vengo, inchiostro indelebile, perchè, Senza categoria. Contrassegna il permalink.

10 risposte a Io, Es, SuperIo

  1. neoago ha detto:

    è qui il segreto:
    Rilassarsi.
    notte

  2. boots ha detto:

    E io che mi sono concentrata sulle righe successive, hai ragione, avete ragione…
    Notte a te

  3. anonimo ha detto:

    Ma va a cagare!

  4. boots ha detto:

    Ciao anonimo del mio cuor era un pò che non passavi…Cos’è anche tu fai parte del club della prima riga? Ma la mia è tutta invidia eh, al solito non mi rilasso, prendo tutto tremendamente sul serio, pensa che di solito leggo per intero i post e non commento a prescidere! Perdicibacco! Sono proprio esagerata!
    Lo faccio anche con te del resto, non vedi?

  5. 22gnomo ha detto:

    Il vento,
    soffia da una vita, entra in ogni pertugio, spazza le montagne e alza le onde del mare in muraglie altissime. Il vento può distruggere con la forza del tifone, ma può accarezzare con la brezza calda del tramonto e rincuorare con il tocco fresco che scende dai monti. Non sempre lasciarsi andare vuol dire perdersi, rompersi, distruggersi, scomporsi, andare in pezzi. A volte vuol dire essere più disponibile a “sentire” emozioni e sensazioni nuove, calde e appaganti. Buone cose, piccola grande donna! M.
    PS magari sei alta due metri… ma il film il piccolo grande uomo è uno dei miei preferiti e non c’entra con le piccole donne dell’altro film e libro.

  6. anonimo ha detto:

    gran risposta e gran concetto, Boots. Poi volendo potresti continuare l’opera anche con quelli che lasciano solo e sempre commenti in cui danno ragione all’autore 😀 (io li chiamo angeli custodi)G.

  7. Gaiutz ha detto:

    (commento al commento)
    gulp! bonjour finesse 🙂
    il verbo ‘evacuare’ mi fa tornare in mente il confettino, che faceva caGare in tutti i sensi 🙂 e lo slogan che diceva: ‘ai bimbi buoni… la dolce euchessina’
    ah, ma forse è un invito a caVare sangue dal cervello. 😀
    allora, basta la parola! 😉

    V e G ti salutano, boots e ti augurano che sia la volta buona 🙂

  8. BabaAlRhum ha detto:

    A volte bisogna anche rischiare di essere portati via dal vento, in pezzi.
    Lasciarsi andare e vedere che succede.

    Il controllo a tutti i costi a lungo andare consuma.
    E non è detto che faccia stare bene, proprio no.

  9. effettopauli ha detto:

    E poi purtroppo ci sono persone che, pur essendo consapevoli, devono ingoiare il rospo per l’ennesima volta, per due buone ragioni: 1) evitano di nuocere a qualcuno; 2) evitano di nuocere a se stesse, cosi’ dicono gli altri.
    Baci.

  10. boots ha detto:

    @Gnomo Sempre dalla parte dei pellerossa mi raccomando! 🙂
    @G. Eheheheh ma pure gli angeli custodi se dicono solo “Splendido!” dopo un pò vanno a noia non trovi? Insomma motivalo un minimo, cioè una sa già da sola di esserlo… Eheheheh
    Per il tuo secondo commento: Abbiamo deciso che quando gli altri guardano da fuori sono più razionali e per questo hanno sempre ragione, da come puoi capire non mi convince molto.
    @Gaiutz Ah avevo detto caVare? ah, ma allora sono fine ogni tanto, ricordavo altro io….B e E salutano V e G 😀
    @Babà Esattamente pensa che c’è gente (firulì, firlulà) che controlla anche l’irrazionalità.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...