Archivi categoria: mind the gap

Specchio Riflesso

Sempre sul quid sotto. Quando mi capita di incontrare un uomo che si comporta in modo “ossessivo” con me, lo respingo ne più ne meno come fanno gli altri con me (E’ criptica, volutamente). Quello che ti chiede appuntamenti su … Continua a leggere

Pubblicato in mind the gap | 2 commenti

¿¿¿Weird!!!

Una di quelle parole inglesi che ho incontrato in tarda età. Bizzarro, semplicemente. E’ bizzarro che mi stupisca di persone normali che non seguono le mie ossessioni. Che prenda parole lanciate nel vuoto per promesse. Mi riempe di tristezza credere … Continua a leggere

Pubblicato in mind the gap | Lascia un commento

La prima regola per chi ha un blog

Qual’è’? Quella fondamentale….Non rileggere i vecchi post. Riesco a darmi una motivazione relativamente razionale in questo momento, sul perchè ho suddiviso i blog negli anni, quando farei di gran lunga meglio ad andare a dormire. Comunque. Rileggo post vecchi 2004-2005 … Continua a leggere

Pubblicato in mind the gap | 2 commenti

Everything changes but you…..

Nuovo anno, nuovo post, nuova piattaforma. Sono obiettivamente spaesata, ma con la frequenza con cui aggiorno, non dovrei aver problemi particolari di adattamento. La cosa che mi piace molto è stata quella di poter riunire tutti i blog. C’è nella … Continua a leggere

Pubblicato in mind the gap, Uncategorized | 2 commenti

Dell'ineluttabilità dell'anima

– Mi sono rotta le palle che anche quando sono allegra, contenta, come  in questo periodo, il mio cervello  decide comunque di buttarmi giù, facendomi avere delle allucinazioni auditive e visive su papà, cazzo avrò diritto a tirare il fiato … Continua a leggere

Pubblicato in beata innocenza, dove vado, mind the gap, pro-memoria, Senza categoria | 5 commenti

Sei sicuro che era solamente tabacco?

Ogni volta che il genio dislessico della scrittura si impadronisce di me qualcosa mi porta via da questo blog. Sono qui per dichiarare al mondo che ho problemi di memoria e credo che sia il momento di dotarmi di un … Continua a leggere

Pubblicato in divertentismo neuronale, dove vado, la cotta del giorno, me la suono e me la canto, mind the gap, pro-memoria, Senza categoria | 8 commenti

La malattia dei ricchi

Shock: stordimento Protesta: incredulità e negazione Disperazione: collera Separazione: depressione, accettazione, elaborazione dell’esperienza. Le fasi dell’ elaborazione del lutto, poi ovviamente dopo tutta questa trafila c’è l’ascesa al cielo. Le prime tre le ho avute tutte insieme,  l’ultima sta entrando … Continua a leggere

Pubblicato in mind the gap, realtà parallela, Senza categoria | 4 commenti