Archivi categoria: precariato

Mi vendo! La grinta che non hai…

– Salve sono Gianfranca, la chiamavo per il posto bla bla bla. Il colloquio è nel primo pomeriggio, le do l’indirizzo. – Guardi io nel pomeriggio non posso proprio (appuntamento notaio ndB), mi dispiace non è possibile, domani? Domani non … Continua a leggere

Pubblicato in da dove vengo, precariato, pro-memoria, Senza categoria, varie ed eventuali | 15 commenti

Run away, turn away, run away, turn away, run away

E’ incredibile quanto possa muoversi un bambino di 4 mesi dentro una pancia, guardando l’ecografia ci mancava solo che si mettesse a fare le capriole. No, non sto parlando di me, il seme dello Spirito Santo non si è ancora … Continua a leggere

Pubblicato in fatti non pugnette, mind the gap, precariato, Senza categoria, varie ed eventuali, vocedelverbomordere | 8 commenti

Il segreto di Pollyanna

Diciamo che questa giornata non è iniziata bene, insomma basta leggere il post sotto per capire, non ci vuole il disegno. Alle 14.15 colloquio nel centro di Roma: segretaria conoscenza lingue e stop. Ah si, ovvio: Primaria Azienda nel proprio … Continua a leggere

Pubblicato in fatti non pugnette, me la suono e me la canto, precariato, Senza categoria | 9 commenti

Ice, Ice Baby

Se riesco a metter giù tutto quello che ho in mente, è la volta buona che ci scrivo un libro o che perlomeno riesco a scrivere il secondo capitolo di tutti i miei incipit, comunque non perdiamoci in preamboli inutili. … Continua a leggere

Pubblicato in beata innocenza, colonne sonore, divertentismo neuronale, donna media, dove vado, fatti non pugnette, precariato, Senza categoria | 6 commenti

Avantgarde! O era Avant en Garde?

Ciao Guardoni! Tutto bene? Bene, sono contenta. Oggi splende il sole, sono le tre del pomeriggio ed è appena scattato l’allarme dell’ autosalone sotto casa, che tra l’altro sarebbe il cortile condominiale, ma i vecchietti trogloditi del mio palazzo gliel’hanno … Continua a leggere

Pubblicato in divertentismo neuronale, dove vado, fatti non pugnette, precariato, Senza categoria, varie ed eventuali | 2 commenti

The Day After

Il tipo si è presentato alle cinque. Io non capisco perchè le tinte degli uomini siano così orribili e così visibili. Le donne, escluso fata turchina e bouganville proragative delle vecchiette, hanno, anche solo per il castano, circa 30 nuance … Continua a leggere

Pubblicato in da dove vengo, dove vado, me la suono e me la canto, perchè, precariato, Senza categoria, varie ed eventuali | 3 commenti

Con le migliori intenzioni

Silenzio stampa. Sto cercando di riprendere fiato un attimo. Ma com’è che se ti mandano a casa loro per riassetto aziendale misterioso e bla bla va bene e se te ne vai tu sei semplicemente una stronza? Ci sono delle … Continua a leggere

Pubblicato in dove vado, emo mood, me la suono e me la canto, precariato, Senza categoria | 2 commenti